Le notizie nascono con noi e vivono con voi
accedi con facebook | registrati e collabora con noi
31 Agosto 2014

Terra dei fuochi: non solo tumori ma anche autismo e record di infertilità

Marfella in commissione sanità del Senato: 47% in più di casi di cancro. "Parlamentari, fate presto"

del 10 Settembre 2013 18:12

Terra dei fuochi: non solo tumori ma anche autismo e record di infertilità Gli sguardi increduli dei senatori riuniti, le parole gravi di chi studia il fenomeno da anni. Sono cominciate senatofotoE l'indagine, che chiama a rapporto medici per l'ambiente e ambientalisti, e che prevede anche dei sopralluoghi nelle zone ritenute maggiormente a rischio, ha visto, per cominciare, l'intervento di Antonio Marfella, tossicologo e oncologo. Marfella ha subito ricordato che l'Istituto Pascale di Napoli ha pubblicato un rapporto sui casi di morte verificatisi dal 1998 a causa delle neoplasie; dalla ricerca emerge un aumento dei tumori stimato fino al 47% e, soprattutto, la stretta correlazione tra inquinamento ambientale e patologie. Perciò negli ultimi venti anni si è ridotta drammaticamente anche l'aspettativa di vita dei campani, e questo non dipende assolutamente dal corredo genetico. Alla bassa aspettativa di vita - ha aggiunto Marfella - si unisce un altro dato, ovvero qualche altra "malattia certa" oltre al cancro, come per esempio l'infertilità. La Campania è, infatti, la regione più infertile d'Italia e in cui dilaga, per esempio, l'endometriosi pelvica che potrebbe avere una connessione con le diossine. Marfella ha aggiunto che per anni ci si è concentrati, erroneamente, sul problema dei rifiuti urbani ma il danno sanitario era invece strettamente e unicamente connesso allo scorretto smaltimento di quelli industriali. E questo smaltimento è avvenuto in assenza di una tracciabilità degna di nome e, di una legislazione efficace sul disastro ambientale, tanto che i maggiori processi di ecomafia in Campania sono finiti in prescrizione e senza colpevoli. Dal 1987, col sistema del "giro bolla", la nostra regione è diventata perciò la discarica ufficiale di rifiuti tossici d'Italia, soprattutto di regioni come il Veneto. E purtroppo la nostra Gomorra non è mai finita, e se non si sversa in Campania lo si fa in Molise, Abruzzo, Lazio, Puglia o Basilicata. Il dramma, ha ribadito ancora Marfella, è prendere atto del fatto che tutto questo sta cambiando la medicina. Se solo si pensa che avanzati studi di neurologi americani hanno evidenziato la correlazione diretta tra mercurio e autismo, e che nel casertano si è riscontrato un eccesso di mercurio nel terreno, non è difficile spiegare il motivo per cui Caserta ha "il più alto numero d'Italia di soggetti con autismo grave. Marfella ha anche detto che la tragedia lo tocca da vicino, avendo una nipote autistica e che anche lo studio epidemiologico Sentieri ha dimostrato che milioni di persone siedono su un'unica enorme discarica tossica abusiva e rischiano ogni giorno di ammalarsi. Va quindi affrontata questa emergenza prima che sia troppo tardi, riprendendo il controllo del territorio ma soprattutto della produzione e dello smaltimento dei rifiuti industriali. L'oncologo del Pascale si è soffermato anche sul Sistri (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) che purtroppo non sarà operativo prima di marzo. In pratica si continuerà a lucrare e smaltire almeno fino al 2014. Quanto al nesso di causalità tra rifiuti e malattie, Marfella ha ammesso che non è sicuramente difficile da dimostrare ma che è dimostrata la concentrazione in pecore, pastori e, anche tra senatori della Repubblica campani, di elevate quantità di Pcb. E ha concluso, che in realtà il nesso è sempre stato sotto gli occhi di tutti ma "non si è voluto cercare". Il dottor Gaetano Rivezzi ha, infine, risposto ai quesiti e alle considerazioni formulati dai senatori Fucksia, Romano e D'Ambrosio Lettieri, affermando che i medici che si impegnano in questa causa non sono "spauracchi di allarmismo" e che lui stesso ha promosso nel dicembre 2006 lo studio scientifico ad hoc finanziato dal ministero della Salute "Rischio di esposizione alla Diossina e Pcb", che ha dimostrato una pericolosa contaminazione del latte materno. Rivezzi ha sottolineato che basta osservare l'incremento dello 048, ovvero il codice con cui il sistema sanitario nazionale identifica i pazienti esenti da ticket per patologie oncologiche, per comprendere la gravità della situazione e che ben quattro bambini della Terra dei fuochi sono stati colpiti da medulloblastoma (uno di quei bambini è deceduto pochi giorni fa).
Monica Capo
Monica Capo ParalleloQuarantuno.it

Sempre aggiornato con la newsletter


Dichiaro di aver letto l'informativa e sono consapevole che il trattamento dei dati è necessario per ottenere il servizio proposto dal sito, dichiaro di essere maggiorenne.

Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statisithce, sondaggi d'opinione da parte di Società del gruppo websigner srl.

Vi autorizzo alla comunicazione dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, effettuare analisi statisithce, sondaggi d'opinione da parte di aziende terze.

Vi autorizzo alla lettura dei miei dati di navigazione per effettuale attività di analisi e miglioare l'offerta e i servizi del sito in linea con le mie preferenze e i miei interessi

IODIO di Ilaria Puglia
Io odio le fronde. Ma se il branco fa amicizia per merito mio, allora godo
36846   
SU FACEBOOK